Riassunto degli eventi economici del 6 marzo - FX Leaders
The downtrend resumes after Novak's comments

Riassunto degli eventi economici del 6 marzo

Pubblicato marzo, 6 venerdì, 2020 da
Miriam Alessio • 2 minuti

Buon venerdì amici,

Sarà un grande giorno dal punto di vista del trading perchè gli investitori rimarranno concentrati sulle cifre del mercato del lavoro statunitense e del NFP canadese. Nel complesso, le previsioni per i dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti rimangono piuttosto solide poiché è probabile che il tasso di disoccupazione diminuisca e si prevede che i guadagni orari medi miglioreranno. Tuttavia, si prevede che lo stesso NFP mostrerà prestazioni più deboli, motivo per cui possiamo vedere una tendenza al ribasso nel dollaro USA fino al rilascio delle notizie e all’inversione rialzista del dollaro sulle notizie reali.

Oggi, nella sessione asiatica, l’oro stava lampeggiando in verde ma è scivolato dal massimo mensile a $ 1.671,72 nonostante la crescente domanda di rifugio sicuro di obbligazioni statunitensi e il calo delle azioni asiatiche. Come sappiamo, i prezzi dell’oro sono aumentati ieri principalmente a causa della debolezza del dollaro USA e della crescente paura del coronavirus. Al momento della stampa, il prezzo del metallo giallo è attualmente scambiato a $ 1.678,72 e si consolida nell’intervallo tra 1.667,72 – 1.681,08.

I rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni sono scesi al minimo storico dello 0,843%, in calo di 8 pips, mentre il Giappone NIKKEI e HANG SENG di Hong Kong sono entrambi in calo di oltre il 2,0%. La ragione dietro tutti i fattori negativi potrebbe essere la paura del mercato del pessimismo economico guidato dal coronavirus. Considerando che gli ultimi numeri provenienti da Stati Uniti, Cina e Corea del Sud suggeriscono che il virus mortale continua a diffondersi nonostante le lotte dei governi.

Vale la pena ricordare che i commenti del vicepresidente degli Stati Uniti in merito alla carenza di kit di test dei virus e le dichiarazioni del policymaker del Giappone pesano sul sentimento commerciale.

Sul fronte degli Stati Uniti, il dollaro non ha goduto del sentimento di rischio del mercato perché gli operatori si aspettano fortemente un altro taglio dei tassi dalla Federal Reserve americana. I politici della Federal Reserve hanno rifiutato tali aspetti per l’incontro del 18 marzo, ad eccezione dell’ultimo commento del presidente della Fed di New York, John Williams.

Secondo l’ultimo aggiornamento, il bilancio delle vittime dell’epidemia di coronavirus è aumentato ad oltre 3.300, mentre il numero di casi positivi è aumentato di oltre 96.500. In prospettiva, i titoli del coronavirus saranno la chiave da tenere d’occhio per i movimenti del mercato a breve termine, mentre l’umore del mercato pre-NFP potrebbe pesare sull’ulteriore slancio delle attività.

Supporto e resistenza giornalieri
S1 1604.39
S2 1621,89
S3 1629.34
Punto di articolazione 1639.39
R1 1646,84
R2 1656,89
R3 1674.39

L’oro ha chiuso un’altra forte candela rialzista nel periodo di tempo quotidiano, il che suggerisce probabilità di un’ulteriore continuazione del trend rialzista. L’oro è attualmente scambiato a 1.677, ed è molto probabile che continui a fare trading in rialzo fino al prossimo livello obiettivo di 1.685. L’aumento dei casi di coronavirus e le decisioni di riduzione dei tassi della Fed hanno fortemente sostenuto la domanda di oro. Il supporto immediato di Gold rimane intorno a 1.671; al di sopra di questo, il pregiudizio rialzista rimane solido.

Oggi gran parte dell’attenzione sarà puntata sui dati dei salari non agricoli statunitensi, che determineranno ulteriori tendenze dell’oro. La continuazione di una tendenza rialzista oltre il livello di 1.685 può estendere gli acquisti fino al livello di 1.700.

Buona fortuna!

Controlla i nostri segnali forex gratuiti
Segui i principali eventi economici sul calendario economico di FX Leaders
Fai migliori transazioni, scopri più strategie di trading Forex

Riguardo l'autore

Ulteriori articoli
Questa settimana potrebbe essere una delle più esplosive dell'anno in quanto le banche centrali del mondo si stanno preparando a scuotere i mercati.
SPONSORED