Segnali Forex & Materie Prime Validi per la Settimana | Strategiaforex.it
USd

Segnali Forex & Materie Prime Validi per la Settimana

Pubblicato giugno, 7 lunedì, 2021 da
Donato Lucarelli • 2 minuti

Con i dati macroeconomici usciti la scorsa settimana, possiamo affermare che esiste uno spauracchio inflazione. A fronte dei prezzi della maggior parte dei beni, ed in particolare delle materie prime, ha ancora senso affermare – se mai ce l’ha avuto – che l’inflazione sarà transitoria? È evidente che i mercati andranno ad anticipare quelle che saranno le decisioni delle banche centrali.

Quello che noi possiamo fare, nel nostro piccolo, è andare alla ricerca di opportunità con rischio rendimento favorevole. In altre parole, ecco i segnali forex validi per oggi e per la settimana, che sarà ricca di appuntamenti in agenda. Martedì la pubblicazione dell’indice ZEW tedesco ci darà l’opportunità di tastare il polso della principale economia europea. Giovedì i main event: è prevista la riunione della BCE con decisione sui tassi di interesse e, anche se non ci si aspettano novità di rilievo, il pressing sopratutto dei paesi nordici per una politica monetaria meno accomodante inizia a diventare incalzante. Inoltre, avremo il dato di Maggio sull’inflazione americana: un valore oltre le attese potrebbe scatenare la volatilità sui mercati.

Segnali Forex & Riepilogo delle Operazioni in Corso

EUR/USD ha chiuso sotto 1,2150 nella giornata di giovedì, ma la creazione di nuovi posti di lavoro al di sotto delle aspettative, ha portato nuova debolezza sul biglietto verde, che ha poi chiuso la settimana al di sopra di questo livello. Ne emerge dunque un quadro di difficile interpretazione: premesso che siamo in trend long di lungo termine, preferisco comunque operazioni short di breve termine con primo target 1,2115. Un ingresso ideale per questo scenario è da ricercarsi in area 1,2175. Lo stop va posizionato in caso di chiusure giornaliere superiori a 1,2210. Chi volesse mantenere la posizione per un target ambizioso può inserire un take profit a 1,2050.

EUR/USD

Discorso un po’ diverso per il cambio GBP/USD. Qui, non abbiamo rotto il livello di 1,4100 in chiusura giornaliera, perciò non è ancora il momento di cercare operazioni short. Lo faremo in caso di rottura e ri-test dal basso. Un tentativo long si può provare, anche molto vicino dai prezzi attuali, in area 1,4105 con obiettivo 1,4150 prima e 1,4175 poi. Come detto, stop piuttosto stretto (con eventuale reverse) in caso di chiusura giornaliera inferiore a 1,4100.

È entrato il segnale long sul cambio USD/JPY a 109,50. La posizione è praticamente in pari, per cui chi non è già dentro può farlo. Stop in caso di chiusura giornaliera sotto 109,10 e l’obiettivo è di lasciar correre l’operazione fino a 110, in corrispondenza del livello di Fibonacci 61,8%.grafico usdjpy

Infine, era corretta la mia visione ribassista su EUR/GBP. Come spesso accade, però, il nostro ordine inserito a 0,8630 non è stato eseguito: il cross valutario ha raggiunto un massimo a 0,8620 prima di scendere fino a 0,8580. Resto flat in attesa di segnali oggettivi migliori.

Operazione Ribassista sul Gold a Target

L’operazione ribassista sul GOLD, lasciatemelo dire, è stata da manuale d’analisi tecnica. È stata individuata una forte resistenza sul grafico e da lì è partita un’operazione di mean reverting che si è conclusa già nella giornata di giovedì. Per chi si fosse perso la mia analisi forex di mercoledì scorso, siamo entrati al ribasso sul metallo giallo in corrispondenza dei massimi e abbiamo preso profitto di parte della posizione a 1890$ e poi abbiamo chiuso l’operazione a 1875$ con 40$ di utile.

Nella giornata di venerdì, poi, abbiamo assistito prima ad una caccia agli stop dei long (minimo a 1855$) e poi alla ricopertura degli short. Al momento, nonostante si osserva della debolezza, ritengo questa sia da comprare. Un ritorno sul livello di 1870$-1872$ potrebbe essere ideale per entrare in acquisto. Solo una rottura confermata in chiusura giornaliera dei minimi della scorsa settimana (o della media mobile a 20 periodi) farebbe cambiare drasticamente scenario. L’obiettivo dell’operazione è di tornare sul livello di 1900$.

Controlla i nostri segnali forex giornalmente
Seleziona le migliori opportunità, scopri le diverse strategie di trading nel forex

Riguardo l'autore

Donato Lucarelli // Italian Market Analyst & Financial Writer
Donato Lucarelli è un esperto futures trader che si divide tra la sua città natale, Bari, e l'Indonesia. Donato ha una lunga esperienza maturata sul campo, in particolare su indici, forex e materie prime del mercato europeo ed americano. Donato ha frequentato con profitto la Trading Academy di Milano e lavorato fianco a fianco con alcuni dei più grandi trader italiani.
Ulteriori articoli