il Punto della Settimana sui Mercati con Segnali Forex | Strategia Forex
Forex su smartphone

il Punto della Settimana sui Mercati con Segnali Forex

Pubblicato febbraio, 15 lunedì, 2021 da
Donato Lucarelli • 3 minuti

Continua l’ottimismo sui mercati azionari mondiali nella settimana che si apre con le Borse di New York e Shanghai chiuse entrambe per festività. Non fa eccezione la Borsa italiana, trainata anche dalla neonata formazione di governo, il cui capo sarà Mario Draghi.

La Debolezza del Dollaro Persiste e Favorisce il Rally Azionario

I dati macroeconomici della settimana scorsa hanno confermato come la ripresa economica sia più lontana del previsto. Nella precedente analisi tecnica dedicata al cambio euro dollaro, avevamo ipotizzato che un rimbalzo sulla media mobile esponenziale a 50 periodi avrebbe potuto rappresentare un’occasione di entrata in acquisto. La cosa si è puntualmente verificata nella giornata di venerdì, dove EUR/USD si è fermato millimetricamente sul supporto indicato a 1,2080 per poi ripartire la sua corsa al rialzo.

EURUSD Daily EMA50

Ci si attende dunque che il prezzo possa superare anche i massimi della settimana scorsa e raggiungere anche 1,22 in prima battuta.

Anche il cambio GBP/USD risente della debolezza del dollaro e della corrispettiva forza della settimana. Una chiusura settimanale sopra 1,38 non si registrava da quasi 3 anni! Anche nella giornata di oggi, lunedì, il cambio è partito al rialzo. Sono possibili ulteriori allunghi almeno fino a 1,3960.

Il Petrolio Raggiunge Target a 60$, Oro in Trading Range

Il prezzo del GOLD resta nella parte bassa del trading range. La risalita dei rendimenti dei Treasury americani ha favorito una sostanziale debolezza anche dell’oro, che tuttavia non cede sui supporti importanti: gli stimoli all’economia promessi dal Congresso americano fanno pensare che possa arrivare un momentum rialzista anche sull’oro.

Proprio per questo, immaginiamo che la partita si giocherà su due fronti: una mossa sostenuta sopra 1,2% sul T-Bond potrebbe portare a prese di beneficio sia sui mercati azionari che, in prima battuta, anche sull’oro.

Livelli Tecnici Giornalieri

Supporti              Resistenze
1,816.14               1,843.04
1,805.47              1,859.27
1,789.24              1,869.94
Pivot Point:        1,832.37

La situazione sul GOLD rimane di difficile lettura, in quanto il prezzo si muove in uno stretto trading range. Osservando un grafico a 2 ore, si nota come l’oro stia formando un triangolo simmetrico con i prezzi in congestione. L’uscita, in un senso o nell’altro, da questo triangolo porterà a determinare quale sarà la direzione del prezzo nelle prossime settimane. In questo momento, sembra essere favorito uno scenario ribassista, tuttavia si possono cercare dei long con obiettivo la media mobile esponenziale a 50 periodi.

Gold 2h

Nessuna sorpresa nemmeno dal WTI, che ha raggiunto (e superato) l’ampiamente previsto target dei 60$ nella giornata di oggi, aprendo in gap up.

Per questa ultima accelerazione rialzista, decisive sono delle nuove tensioni geopolitiche nel Medio Oriente. Nel weekend, infatti, una coalizione saudita che combatte nello Yemen ha annunciato di aver intercettato e distrutto un drone armato pronto a colpire. Secondo le ricostruzioni, si tratterebbe di un gruppo di ribelli riconducibili all’Iran. Come spesso accade, questo tipo di notizie sono oggetto di speculazione sul WTI, dove si concentra la maggior parte della produzione di petrolio nel mondo. Ogni volta che c’è anche la possibilità di un calo nell’offerta, il prezzo storicamente ha reagito al rialzo. Inoltre, l’Arabia Saudita, in accordo con gli stati dell’OPEC, ha annunciato di aver ulteriormente tagliato la produzione di greggio di 1 milione di barili.

Non si Ferma la Corsa del Bitcoin e delle altre Criptovalute

Con il resto dei mercati chiusi per festività, non si fermano invece le criptovalute che hanno continuato a salire anche durante il weekend. Dopo le notizie relative ad Elon Musk, questa volta è stato il turno della banca d’affari Morgan Stanley: anche loro sembrano interessati ad investire nel BTC.

Questo ha portato ad un ulteriore break out rialzista, con i prezzi che hanno raggiunto nuovi massimi storici, vicinissimi al prezzo tondo di 50.000$. Un prezzo destinato ad essere raggiunto, e superato, nei prossimi giorni. Si rinnova il mio appello alla cautela ad entrare su questi prezzi.

Osserviamo con attenzione anche l’andamento di Litecoin e Ripple. Quest’ultima, fortemente penalizzata nei mesi corsi. Come è noto, la SEC ha fatto causa a Ripple per una vendita non registrata del valore di 1,3 miliardi di dollari. Ora, se questa dovesse risolversi positivamente, il XRP potrebbe beneficiare di una risalita significativa, in quanto andrebbe a recuperare il terreno perduto nelle scorse settimane.

Per concludere, segnaliamo come il Litecoin abbia rotto i 200$ portandosi stabilmente sulle quotazioni di 3-4 anni fa. Il recente tocco sulla media mobile esponenziale a 50 periodi con grafico a 4 ore, sembra essere decisivo per un ritorno quanto meno sui massimi della settimana scorsa. Chi non è entrato lì, dovrà attendere.

LTC 4h EMA50

 

Controlla i nostri segnali forex giornalmente
Seleziona le migliori opportunità, scopri le diverse strategie di trading nel forex

Riguardo l'autore

Donato Lucarelli // Italian Market Analyst & Financial Writer
Donato Lucarelli è un esperto futures trader che si divide tra la sua città natale, Bari, e l'Indonesia. Donato ha una lunga esperienza maturata sul campo, in particolare su indici, forex e materie prime del mercato europeo ed americano. Donato ha frequentato con profitto la Trading Academy di Milano e lavorato fianco a fianco con alcuni dei più grandi trader italiani.
Ulteriori articoli