Segnali Forex Validi Per Giovedì 29 Aprile | Strategiaforex.it

Segnali Forex Validi Per Giovedì 29 Aprile

Pubblicato aprile, 29 giovedì, 2021 da
Donato Lucarelli • 2 minuti

L’ultimo meeting della FOMC è stato l’evento più atteso della giornata di ieri: durante il suo intervento, Jerome Powell ha chiarito che è sua intenzione mantenere i tassi di interesse bassi ancora a lungo e che continuerà l’acquisto di asset da parte della FED.

La notizia ha subito determinato un indebolimento del dollaro, consentendoci di chiudere un trade vincente sul cambio EUR/USD. Vediamo la situazione dei segnali forniti nelle precedenti puntate e se ci sono opportunità per la giornata di oggi.

Situazione dei Principali Cambi Valutari Con Segnali Forex

Come detto nell’analisi forex di lunedì, il nostro obiettivo era quello di cercare un ingresso long in area 1,2060. Come possiamo osservare dal grafico in figura, il cambio ha toccato tre volte lo stesso minimo di 1,2060 nel corso delle giornate di lunedì, martedì e mercoledì fornendo un ingresso a rischio praticamente nullo.

Con il discorso di Powell, poi, siamo riusciti anche a bucare il livello orizzontale di 1,21. Chi volesse cercare opportunità long farebbe bene ad attendere un tocco dall’alto di questo livello per un rapporto rischio/rendimento più favorevole.

Comportamento simile anche per GBP/USD: l’area di ingresso segnalata a 1,3880 non sarà stata perfetta come l’altra (questo cambio è più volatile di quello con l’euro), ma ha comunque consentito di portare a casa un’operazione vincente. Chi volesse rientrare long dovrebbe attendere un ritracciamento, idealmente intorno all’area di 1,3900. Mantengo l’idea rialzista su questo cambio fino ad eventuali chiusure giornaliere inferiori a 1,37.

Si è chiusa in stop invece l’operazione su USD/JPY: la situazione attuale sui mercati finanziari non prevede l’acquisto di valute rifugio come lo Yen. Preferisco, dunque, attendere occasioni migliori.

Tornano gli Acquisti sul Petrolio, Oro in Trading Range

Sono sempre stato rialzista sul WTI, ma purtroppo siamo rimasti fuori dal trade per pochi centesimi. Ero pronto ad entrare in acquisto nell’area di 60,40$ ma, sfortunatamente, il minimo fatto segnare nella giornata di lunedì è stato di 60,66$. La chiusura di candela a martello (hammer) avrebbe comunque indicato la volontà di non rompere al ribasso i minimi della scorsa settimana, e così è stato.

Come osserviamo dal grafico in alto, le medie mobili sono ordinate al rialzo e distanti dal prezzo. Per il momento, dunque, bisognerà attendere almeno un ulteriore tocco della media mobile a 50 periodi prima di poter rientrare al rialzo con rischio moderato.

Per quanto riguarda il GOLD, non stiamo vedendo ulteriori accelerazioni al rialzo, ma nemmeno volontà di rompere al ribasso. L’ingresso in area 1770$ segnalato lunedì non ha raggiunto il target di 1800$, ma nemmeno lo stop loss a 1750$. Per questi motivi, pur ritenendo l’operazione ancora valida, metto uno stop a breakeven e un take profit a 1785$, dove potrei decidere anche di girarmi short.

Flash Sulle Criptovalute

Ieri ho parlato di Cardano (ADA) in un’analisi approfondita: purtroppo, i livelli segnalati per un ingresso non sono stati raggiunti. Non resta che attendere.

Anche il segnale long fornito su ETH non è stato eseguito: le quotazioni non si sono neanche avvicinate a 2350$. La chiusura giornaliera superiore a 2400$ ha fatto scattare un ulteriore segnale rialzista, che può confortare chi è già in posizione.

ETH/USD

Per concludere, resto fiducioso sulle posizioni rialziste aperte su POLKADOT e su Dogecoin, che ieri è arrivato a guadagnare oltre il 20% grazie ad un nuovo tweet di Elon Musk. Il target fissato a 0,38$ è vicino e potrebbe essere raggiunto entro la fine di questa settimana.

Controlla i nostri segnali forex giornalmente
Seleziona le migliori opportunità, scopri le diverse strategie di trading nel forex

Riguardo l'autore

Donato Lucarelli // Italian Market Analyst & Financial Writer
Donato Lucarelli è un esperto futures trader che si divide tra la sua città natale, Bari, e l'Indonesia. Donato ha una lunga esperienza maturata sul campo, in particolare su indici, forex e materie prime del mercato europeo ed americano. Donato ha frequentato con profitto la Trading Academy di Milano e lavorato fianco a fianco con alcuni dei più grandi trader italiani.
Ulteriori articoli