Riassunto degli eventi economici del 10 luglio - FX Leaders

Riassunto degli eventi economici del 10 luglio

Pubblicato luglio, 10 venerdì, 2020 da
Arslan Butt • 3 minuti

Buon venerdì amici,

E’ stata una buona settimana dal punto di vista del trading, il Team FXLeaders ha chiuso 19 segnali vincenti, raggiungendo un tasso di successo del 90%. Per quanto riguarda l’oro, il metallo prezioso ha chiuso a 1.803,05 dollari dopo aver piazzato un massimo di 1.815,90 dollari e un minimo di 1.795,56 dollari. Nel complesso, il movimento dell’oro è rimasto ribassista per tutto il giorno.

Dopo essere balzato a un massimo di 9 anni nella sessione precedente, il prezzo dell’oro ha iniziato a scendere. Tuttavia, la domanda del mercato dei rifugi sicuri è riuscita a mantenere i prezzi dell’oro sostenuti al livello di 1.800. La domanda di rifugi sicuri è stata sostenuta dall’aumento di nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti, che ha sollevato dubbi sulla ripresa economica degli Stati Uniti.

I dati hanno rivelato che più di 3 milioni di americani sono già stati infettati dal coronavirus, con un record giornaliero di oltre 60.000 nuovi casi e il numero di morti si aggira intorno ai 134.000. Il membro anziano della task force della Casa Bianca per il coronavirus ha affermato che gli Stati Uniti hanno stabilito un record mondiale segnalando più di 60.000 casi in un giorno, il che indica che alcuni stati hanno bisogno di sospendere gli sforzi per la riapertura.

Ha aggiunto che, piuttosto che tornare ad un completo blocco, alcuni Stati dovrebbero mettere in pausa i processi di riapertura. Tuttavia, qualsiasi Stato con problemi gravi dovrebbe procedere a una chiusura completa. Ha avvertito che se non vengono mantenute adeguate misure di sicurezza e l’allontanamento sociale, il conteggio giornaliero dei casi potrebbe raggiungere le 100.000 unità.

Un nuovo modello dell’Università di Washington prevedeva anche che il numero dei morti negli Stati Uniti avrebbe raggiunto i 200.000 entro il 1° ottobre, il che ha fatto sorgere ulteriori dubbi sulla ripresa economica.

L’economia statunitense si è contratta del 5% nei primi tre mesi di quest’anno, registrando il più forte calo dai tempi della Grande Recessione del 2008-09. Ciò è avvenuto dopo che la maggior parte dei 50 stati sono stati messi in isolamento, al fine di contenere la diffusione del virus. Tuttavia, la maggior parte delle aziende ha riaperto i battenti negli ultimi due mesi, e gli economisti credono e avvertono che una recessione a due cifre potrebbe alzare la testa nel secondo trimestre.

Mentre il dollaro USA era fermo, l’oro è stato sostenuto nella parte bassa, a causa delle aspettative di maggiori stimoli da parte della Federal Reserve per sostenere l’economia statunitense, che potrebbero svilupare la valuta e, in ultima analisi, far salire i prezzi dell’oro.

L’oro era diviso tra il suo status di rifugio sicuro e le caratteristiche dell’inflazione; uno costringeva gli investitori a vendere il metallo giallo con un sentimento di rischio, mentre l’altro costringeva gli investitori a cercare rifugio in esso. Questo è stato il motivo alla base del movimento di giovedì, che ha portato all’aumento dei prezzi dell’oro. Tuttavia, il metallo giallo è riuscito a rimanere al di sopra del livello di 1.800 dollari.

Sul fronte dei dati, alle 00:00 GMT, il credito al consumo degli Stati Uniti è sceso di 18,3 mld contro il previsto calo di 15,2 mld di maggio, pesando sul dollaro. Alle 17:30 GMT, le richieste di disoccupazione della scorsa settimana sono scese a 1.314 mila da un atteso 1.375 mila, fornendo supporto al dollaro, che a sua volta ha pesato sul prezzo dell’oro. Alle 19:00 GMT, le scorte finali all’ingrosso sono risultate in linea con le aspettative del -1,2% a maggio.

A causa di richieste di lavoro migliori del previsto della scorsa settimana, il forte dollaro USA ha pesato sul metallo giallo, causando la tendenza ribassista dell’oro.

Un altro fattore coinvolto nella forza del dollaro USA giovedì è stato il calo delle quotazioni azionarie di WSJ, a causa delle ultime notizie secondo cui la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che i procuratori potrebbero esaminare i registri finanziari del presidente Trump a New York. Questo ha pesato anche sui prezzi del metallo giallo, a causa della forza del dollaro USA.

Livelli tecnici giornalieri

Resistenza di supporto

1797.35 1822.85

1785.85 1836.85

1771.85 1848.35

Punto chiave: 1811,35

Il metallo giallo GOLD ha acquistato in eccesso ed è scivolato dal livello di $1.816, scendendo a $1.795. Il metallo prezioso oro può trovare una resistenza immediata a circa $1.805, e il livello di supporto rimane a $1.795. Al di sotto di questo, il prossimo supporto rimane oggi al livello di $1.787. Il pregiudizio ribassista sembra solido oggi. In bocca al lupo!

Controlla i nostri segnali forex gratuiti
Segui i principali eventi economici sul calendario economico di FX Leaders
Fai migliori transazioni, scopri più strategie di trading Forex

Riguardo l'autore

Arslan Butt // Index & Commodity Analyst
Arslan Butt is our Lead Commodities and Indices Analyst. Arslan is a professional market analyst and day trader. He holds an MBA in Behavioral Finance and is working towards his Ph.D. Before joining FX Leaders Arslan served as a senior analyst in a major brokerage firm. Arslan is also an experienced instructor and public speaker.
Ulteriori articoli