Elezioni francesi, Macron, e il potente Euro - FX Leaders

Elezioni francesi, Macron, e il potente Euro

Pubblicato maggio, 7 domenica, 2017 da
Eric Furstenberg • 5 minuti

Manca solo un giorno di trading al round finale delle elezioni presidenziali francesi. Domenica 7 maggio la Francia deciderà se il prossimo presidente francese sarà il centrista indipendente Emmanuel Macron o Marine Le Pen dell’estrema destra.

Se avete osservato i mercati, dovreste aver notato gli enormi spostamenti causati dal primo round delle elezioni che è stato vinto da Macron. L’Euro e qualche altra valuta ha avuto degli enormi gap verso l’alto lunedì 24 aprile. Si sono viste mosse enormi anche in altri strumenti, come alcuni indici di equity e l’oro. Ovviamente, l’oro non ha beneficiato dalla situazione di risk-on, ma i mercati di equity sì.

Anche se la vittoria di Macron è stata già ampiamente inserita nel prezzo dai mercati, il mondo finanziario sicuramente tirerà un sospiro di sollievo se vincerà lui. Una sua vittoria proteggerebbe l’Unione Europea da una "Frexit", il che è positivo per la fiducia degli investitori e, ovviamente, per l’Euro.

D’altra parte, una vittoria di Le Pen sarebbe pessima per l’Euro e i mercati di equity. Lei è contro la partecipazione della Francia all’Unione Europea e vuole recuperare il Franco francese. Se vincesse le elezioni, ci sarà sicuramente molto caos nel mercato.

Sono eccitato per la recente volatilità del forex, specialmente per le mosse consistenti in una direzione. Non è stato questo il caso per EUR/USD, comunque. Dal gap di 180 pip verso l’alto del 24 aprile, questa coppia ha speso 7 giorni di trading spostandosi lateralmente prima di rompere uscendo dal suo consolidamento il 4 maggio Comunque, molte altre coppie Euro hanno tradato al rialzo a un ritmo rapido e hanno riempito le tasche dei trend trader. Diamo un’occhiata a qualche grafico e vediamo come potremmo trarre vantaggio da mercati in forte tendenza.

EUR/CAD – Punta alla stratosfera!

French Election, Macron, 1Grafico giornaliero EUR/CAD

Finora, quest’ultimo giro rialzista ha coperto uno spazio impressionante di 1044 pip. Avete notato quanto è stata liscia l’ascesa sinora? Trend forti come questi hanno il potenziale di farvi fare molti soldi e non è affatto difficile tradarli.

Quando notate un trend così forte e non volatile come questo su un grafico giornaliero, è spesso una buona idea aggiustare le vostre entrate su timeframe più piccoli, come un grafico 4 ore o orario. Alcuni forex broker offrono grafici diversi come quello 3 o 2 ore, che possono essere utili.

Il motivo per cui mi piace usare timeframe minori per affinare le entrate è perché posso comprare accuratamente i ritracciamenti mentre il prezzo torna indietro a medie mobili particolari. Al contrario, mi permette di vendere deboli rimbalzi in dowtrend forti mentre il prezzo torna ad alcune delle mie medie mobili preferite. Osserviamo un grafico 2 ore di EUR/CAD:

French Election, Macron 2Grafico 2 ore EUR/CAD

La EMA 20 (media mobile blu) è stata un livello di supporto dinamico incredibile nelle ultime settimane. In tutti questi casi, i richiami a questa media mobile ha offerto delle ottime entrate lunghe. Con uno stop loss relativamente stretto, avreste potuto prendere agguantare dei bellissimi guadagni nel progredire di questo trend.

Ricordate solo che quando fate partire un’entrata da una media mobile, dovete dare al trade dello spazio per respirare perché il prezzo potrebbe facilmente oltrepassare la media mobile un po’ più di quello che vi aspettate. Settare correttamente lo stop loss può essere complicato, specialmente se siete nuovi nel trading e non avete familiarità con i diversi livelli di volatilità nei diversi asset. Se avete avuto delle difficoltà con questo ultimamente, ecco un utile consiglio di trading per voi.

Consiglio di trading della settimana

Quando tradate un richiamo a una certa media mobile senza una specifica conferma dalle candele, potete misurare la distanza dal massimo swing più recente (o il minimo per entrare corti) alla media mobile e usarla come distanza per lo stop loss. In questo modo lo setterete in modo adatto alle condizioni di mercato correnti rispetto alla volatilità. Quel che voglio dire con questo è che uno stop loss di 30 pip potrebbe andare bene per un trade in USD/CHF, ma potrebbe non andare bene in GBP/JPY, che è normalmente molto più volatile di USD/CHF. Quindi, usando questo metodo, vi adatterete automaticamente alla volatilità della coppia di valute specifica e piazzerete degli stop loss ragionevoli che non saranno troppo ampi o troppo stretti. Ecco un grafico per illustrare quest’idea:

French Election, Macron 3Grafico orario GBP/JPY

In questo grafico potete vedere che usare questo metodo conservatore per settare uno stop loss ha pagato in questo caso. Il richiamo è stato un po’ più aggressivo del previsto, ma lo stop loss era abbastanza ampio da portare avanti il trade. Il prezzo è salito in modo sostanziale e gli obiettivi per un profitto fino a 4 volte la distanza dallo stop loss sarebbero stati raggiungibili.

Ora, diciamo che preferiate uno stop loss più stretto della distanza tra il massimo di swing più recente (o il minimo) e la EMA 20. In quel caso, potete usare il 75% di questa distanza o anche il 50%.

Quando restringete il vostro stop loss così, ricordatevi solo di analizzare la volatilità della coppia in modo adeguato così da assicurarvi che non sia troppo stretto per le condizioni di trading. Dovreste anche usare una media mobile con cui la price action abbia interagito di recente in modo da supportare l’uso di quella specifica media mobile.

Osserviamo qualche altro strumento:

EUR/AUD – L’Aussie sta cadendo

French Election, Macron 4Grafico 2 ore EUR/AUD

In questo grafico, potete vedere che EUR/CAD ha anche avuto una forte spinta in alto. Comunque i ritracciamenti erano molto più profondi e più aggressivi. Condizioni come questa possono rendere molto più difficile l’utilizzo del consiglio spiegato più sopra.

Le ondate rialziste nel grafico hanno dimensioni tra i 320 e i 480 pip. Questo significa che c’è molto spazio tra i ritracciamenti per fare soldi. Per utilizzare queste corse dei tori tra i ritracciamenti, possiamo passare a un timeframe minore e vedere come il prezzo reagisce alla EMA 20 (o altre medie mobili). Guardiamo un grafico 15 minuti:

French Election, Macron 5Grafico 15 minuti EUR/AUD

Qui potete vedere che i ritracciamenti alla EMA 20 hanno offerto entrate eccezionalmente lunghe. Ancora una volta, avreste potuto usare la distanza dei ritracciamenti dal massimo di swing più recente alla EMA 20 per il calcolo dello stop loss (come suggerito nel "consiglio della settimana"), con un’entrata sulla EMA 20. Gli obiettivi avrebbero potuto essere almeno della stessa distanza dello stop loss. Come vedete in questo grafico, sarebbe stato facile raggiungere rapporti di rendimento su rischio enormi per la maggior parte di questi trade.

Con un impulso forte come quello nell’esempio qui sopra, potete anche tradare le rotture dei massimi di swing più recenti. Parlerò di questa tecnica in un altro editoriale, però.

Ovviamente c’è un modo anche più semplice di tradare i mercati con l’intuizione di trader e analisti professionisti. Abbiamo un team di esperti che costantemente osservano i mercati per scegliere i migliori segnali forex perché voi possiate beneficiarne. Che siate principianti o trader stagionati, se non avete ancora provato i nostri segnali di trading, vi invitiamo a iniziare a condividere i nostri guadagni il prima possibile! Potete vedere i nostri segnali di forex trading redditizi e semplici da seguire qui.

Per chiudere l’editoriale di questa settimana, potrebbe aspettarci della volatilità sostanziale mentre ci dirigiamo verso il round finale delle elezioni presidenziali francesi. Una vittoria di Macron sarebbe positiva per l’Eurozona e per l’Euro. I mercati l’hanno già messa in conto fino a un certo punto. Per questo, il continuare della forza dell’Euro non è scontato, ma non sarei sorpreso se fosse molto richiesto anche dopo la vittoria di Macron.

I trend di rischio hanno guadagnato dall’alta probabilità di una vittoria di Macron. I mercati di equity sono alti, lo Yen è debole e l’oro in forte downtrend. Ovviamente dobbiamo fare attenzione a una vittoria di Le Pen, anche se non è molto probabile. Se lei ottenesse in qualche modo la vittoria, causerebbe un caos tremendo nei mercati e i beni rifugio ne beneficerebbero immensamente. L’Euro prenderebbe una bella batosta e i mercati di equity verrebbero puniti. L’oro e lo Yen giapponese crescerebbero mentre gli investitori spostano velocemente i loro soldi verso beni rifugio.

Andando verso il weekend, dovreste fare molta attenzione. I risultati delle elezioni francesi potrebbero facilmente causare grossi divari quando i mercati apriranno settimana prossima. Dovreste fare specialmente attenzione alle posizioni sull’Euro e il DAX. Personalmente non ho posizioni aperte che passino il weekend.

Non dimenticate di controllare i nostri utili aggiornamenti in tempo reale e riassunti giornalieri dei nostri analisti esperti, Skerdian Meta e Arslan Butt. Facciamo costantemente del nostro meglio per fornirvi tutti gli strumenti e le informazioni per battere i mercati e costruirvi un portfolio redditizio.

Buon trading!

Controlla i nostri segnali forex giornalmente
Seleziona le migliori opportunità, scopri le diverse strategie di trading nel forex

Riguardo l'autore

Eric Furstenberg // Lead Educator
Eric Furstenberg is a successful entrepreneur and fund manager with years of trading experience in the Forex, commodity, and stock index markets. He is a seasoned trader who employs advanced trading methods to complement his portfolio and also manages a private investment fund.
Ulteriori articoli