Il Punto della Settimana: Torna la Volatilità sui Mercati | StrategiaForex.it
mobile forex chart

Il Punto della Settimana: Torna la Volatilità sui Mercati

Pubblicato marzo, 1 lunedì, 2021 da
Donato Lucarelli • 3 minuti

La settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle è stata all’insegna della volatilità. La volatilità è il sale dei mercati e permette soprattutto a noi trader di breve periodo di beneficiare di movimenti veloci sui mercati. Per evitare di farsi male entrando dalla parte sbagliata del mercato, il mio consiglio è – oltre quello di usare lo stop loss – di ridurre le size, lasciando correre il più possibile le posizioni in guadagno.

EUR/USD: Inversione Ribassista, Ma C’è Il Supporto

Quanto accaduto a EUR/USD testimonia che la volatilità c’è e si fa sentire. Anche su un cambio notoriamente non troppo volatile, come questa coppia major. La rottura della resistenza di breve termine di 1,2180 aveva illuso i tori di una ripresa delle quotazioni del cambio al rialzo, in un trend che compie un anno esatto e che coincide con il periodo della pandemia.

Tuttavia, poco sotto 1,23 c’è stata una brusca e veloce inversione ribassista nel fine settimana, che ha cambiato quella che può essere la situazione nelle prossime sedute.EURUSD daily

Sul grafico giornaliero, possiamo notare come la media mobile semplice a 50 periodi (gialla) abbia respinto i prezzi. Tuttavia, ora siamo molto vicini a 1,2o, che rappresenta un livello statico molto importante, perché prezzo tondo ed area molto lavorata prima di essere rotta al rialzo. In più, la presenza della media mobile semplice a 100 periodi (verde) potrebbe invece funzionare da supporto per il trend di medio-lungo termine di EUR/USD. La media mobile ha già funzionato ottimamente da supporto dei prezzi nel mese di Novembre, facendo proseguire il trend al rialzo partito con la rottura del livello di 1,08-1,10 tra Maggio e Giugno dello scorso anno.

Centrati i Target al Ribasso Per il GOLD

Dopo la compressione di volatilità della prima metà del mese di febbraio, avevamo pronosticato un’accelerazione dalla parte dove il triangolo sarebbe stato rotto. E questa è puntualmente avvenuta. Nell’analisi dei mercati finanziari della settimana scorsa, invece, abbiamo valutato la possibilità che l’oro potesse rimbalzare fino a 1815$-1820$. Questo livello poteva servire sia per un long aggressivo, sia per un livello per entrare short a basso rischio. La cosa si è puntualmente verificata e, la rottura di 1780$, ha provocato un’ulteriore accelerazione ribassista con rottura anche dei minimi della settimana precedente.

Secondo gli analisti finanziari, la debolezza del metallo giallo è da attribuire al ritorno della forza sul biglietto verde e ai rendimenti del Treasury Bond decennale americano in continua ascesa (1,6%, livelli che non si vedevano da Febbraio 2020, prima dell’inizio della pandemia).

Un rimbalzo delle quotazioni è partito nella giornata di oggi. Sarà interessante valutare il ritracciamento aiutandosi con i livelli di Fibonacci. Solo la rottura del livello di 38,2% potrebbe estendere il rialzo fino al 61,8% a quota 1.777$-1.781$.GOLD 2H

In caso contrario, è lecito aspettarsi un ritorno a 1740$ prima e un ritorno sull’area dei minimi poi.

Un breve accenno su quanto sta avvenendo al WTI: il greggio continua a salire e sta diventando una sorta di termometro per l’economia. Le aspettative che l’economia globale possa ripartire velocemente si concentrano sull’aumento della domanda di petrolio. L’attenzione degli investitori si sposta sulla riunione OPEC: un possibile aumento della produzione di greggio potrebbe portare cautela sulle quotazioni.

Settimana Debole Per le Criptovalute

È stata una settimana negativa per le criptovalute, che hanno momentaneamente interrotto il rally degli ultimi mesi. Il BTC, dopo aver raggiunto un massimo assoluto a circa 58.000$, ha inanellato una serie di sedute negative. Tuttavia, il primo supporto fondamentale in area 44.000$ ha retto le quotazioni. È su questo livello che si gioca la partita ed è dove potremmo capire se il Bitcoin ha ancora voglia di salire oppure se è l’inizio di lungo declino.Bitcoin flag

Le perplessità sul rally del Bitcoin hanno sempre diviso chi ne è entusiasta da chi è scettico. Gli scettici lamentano la mancanza di regolamentazione. Inoltre, qualcuno sta facendo finalmente notare che il mining di Bitcoin a questi livelli inquina più di un paese intero.

Ci sono altre criptovalute, tuttavia, che si stanno muovendo in controtendenza. La giapponese Cardano, ad esempio, ha ignorato i ribassi, diventando la terza criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato. Resto positivo anche su Polkadot.

Controlla i nostri segnali forex giornalmente
Seleziona le migliori opportunità, scopri le diverse strategie di trading nel forex

Riguardo l'autore

Donato Lucarelli // Italian Market Analyst & Financial Writer
Donato Lucarelli è un esperto futures trader che si divide tra la sua città natale, Bari, e l'Indonesia. Donato ha una lunga esperienza maturata sul campo, in particolare su indici, forex e materie prime del mercato europeo ed americano. Donato ha frequentato con profitto la Trading Academy di Milano e lavorato fianco a fianco con alcuni dei più grandi trader italiani.
Ulteriori articoli