Riassunto degli eventi economici del 22 giugno - FX Leaders

Riassunto degli eventi economici del 22 giugno

Pubblicato giugno, 22 lunedì, 2020 da
Arslan Butt • 3 minuti

Buona settimana amici,

Oggi il calendario non prevede il lancio di alcun evento economico di grande impatto; pertanto, l’attenzione principale rimarrà concentrata sulle prospettive tecniche del mercato odierno. Il prezzo dell’oro ha chiuso a $1742,27 dopo aver piazzato un massimo di $1745,41 e un minimo di $1721,65. Nel complesso il movimento dei prezzi dell’oro è rimasto rialzista per tutta la giornata. I timori crescenti della seconda ondata di coronavirus, insieme alla guerra fredda USA-Cina, hanno dato una spinta ai prezzi dell’oro venerdì. Alla fine della settimana, il prezzo dell’oro è salito sopra il livello del 1745 e ha registrato guadagni grazie all’aumento della domanda di rifugi sicuri. Ha mostrato un trend rialzista per la seconda settimana consecutiva in mezzo ai crescenti timori della seconda ondata di coronavirus.

Gli Stati del Sud Ovest e del Sud degli Stati Uniti hanno riportato un continuo aumento del numero di persone infette e dei tassi di ospedalizzazione, che ha causato crescenti timori di un altro blocco. I timori di un altro blocco e il continuo stimolo delle banche centrali di tutti i Paesi a sostenere le loro economie hanno fatto lievitare i lingotti d’oro.

I timori di inflazione sono stati sollevati dal crescente sostegno fiscale e monetario da parte del governo e della banca centrale a causa delle preoccupazioni di un rinnovato rallentamento dell’economia. I prezzi dell’oro si sono rafforzati di circa il 15% e hanno un maggiore potenziale di rialzo nel lungo termine.

La Cina ha segnalato venerdì 32 nuovi casi di coronavirus e la Germania ha testato il virus su 400 lavoratori in un mattatoio nell’area settentrionale. Più di 8,38 milioni di persone sono state infettate da questo coronavirus in tutto il mondo e il numero è in continuo aumento. L’oro è stato guadagnato grazie all’aumento dei timori per la seconda ondata di coronavirus in assenza di uno sviluppo positivo del vaccino.

Nel frattempo, un altro rapporto si è aggiunto alla tendenza al rialzo dell’oro di venerdì – sul discorso di un professore della Columbia University, Jeffrey Sachs. Secondo un autorevole economista, Jeffrey Sachs, l’aggravarsi della guerra fredda tra gli Stati Uniti e la Cina ha rappresentato per il mondo una minaccia maggiore del coronavirus. Questo rapporto ha sostenuto la crescente incertezza del mercato e ha dato una spinta ai prezzi dell’oro già in aumento. Sachs ha avvertito che il mondo si stava dirigendo verso un periodo di massiccia interruzione senza alcuna leadership, e la divisione tra le due superpotenze non farà che peggiorare la situazione.

Aggiungeva che gli Stati Uniti erano una forza di divisione e non di cooperazione, perché cercavano di creare una nuova guerra fredda con la nazione del drago. Ha avvertito che se la strategia e l’approccio prevalente venissero utilizzati e prendessero piede, allora non farebbe che portare a maggiori controversie e a maggiori pericoli.

Ha anche sottolineato che le tensioni tra USA e Cina non erano solo sul forum del commercio, ma anche su diversi altri fronti. La settimana scorsa, Donald Trump ha firmato la legge che autorizza le sanzioni statunitensi contro i funzionari cinesi responsabili della repressione dei musulmani nella provincia dello Xinjiang. Gli Usa hanno anche accusato la Cina di aver diffuso il virus infettivo a livello internazionale e di aver cercato di destabilizzare l’economia concorrente. L’amministrazione Trump ha preso di mira anche le società di telecomunicazioni cinesi, tra cui Huawei.

D’altra parte, domenica, i media statali cinesi hanno riferito che le crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina potrebbero portare a una guerra con Washington se questa continua a far crescere le tensioni. La notizia è arrivata dopo che gli Stati Uniti hanno dispiegato tre portaerei nel Mar Cinese Meridionale. Secondo il rapporto, la Cina stava gestendo con attenzione i suoi legami militari con gli Stati Uniti seguendo le politiche di non conflitto, non conflitto, rispetto reciproco e collaborazione vantaggiosa per tutti. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti hanno aumentato il numero di truppe e di patti militari e hanno condotto esercitazioni ostili dirette alla Cina. Questo non ha lasciato alla Cina altra scelta se non quella di aumentare il suo budget per la difesa.

Sul fronte dei dati, alle 17:30 GMT, il saldo del conto corrente degli Stati Uniti ha mostrato un deficit di 104 miliardi di dollari rispetto al previsto deficit di 101 miliardi e pesava sul dollaro. I deboli dati economici degli Stati Uniti hanno dato una spinta all’aumento dei prezzi dell’oro venerdì.

Livelli tecnici giornalieri
Supporto & Resistenza
1719.46 1745.96
170.83 1760.83
1692.96 1772.46
Punto chiave: 1734,33

L’oro in metallo giallo ha violato il modello di tripla cima intorno al livello 1.742, e la continuazione del trend rialzista può portare a prezzi dell’oro più alti fino al livello 1.761. Tuttavia, il metallo prezioso ipercomprato può mostrare una presa di profitto fino al 28,2% di ritracciamento di Fibonacci a livello 1,742, e al di sotto di questo, il supporto successivo si troverà probabilmente intorno al livello 1.733.

In bocca al lupo!

Controlla i nostri segnali forex gratuiti
Segui i principali eventi economici sul calendario economico di FX Leaders
Fai migliori transazioni, scopri più strategie di trading Forex

Riguardo l'autore

Arslan Butt // Index & Commodity Analyst
Arslan Butt is our Lead Commodities and Indices Analyst. Arslan is a professional market analyst and day trader. He holds an MBA in Behavioral Finance and is working towards his Ph.D. Before joining FX Leaders Arslan served as a senior analyst in a major brokerage firm. Arslan is also an experienced instructor and public speaker.
Ulteriori articoli